PROGRAMMARE UNA MEDICINA DI INIZIATIVA PER LA GESTIONE DEL PAZIENTE CON BPCO IN MG: I risultati del progetto formativo, Linee Guida Gold, la Nota 99 2 anni dopo

Con il contributo non condizionante di

Inizio: 30-09-2023 - Fine: 30-09-2023

Chiusura iscrizioni: 29-09-2023


Formazione residenziale - Crediti ECM: 6.0


Ore previste: 6.00 – Posti disponibili: 54 – Stato corso:


Discipline e professioni:

Medico chirurgo:
Allergologia ed immunologia clinica
Angiologia
Cardiologia
Dermatologia e venereologia
Ematologia
Endocrinologia
Gastroenterologia
Genetica medica
Geriatria
Malattie metaboliche e diabetologia
Malattie dell'apparato respiratorio
Malattie infettive
Medicina e chirurgia di accettazione e di urgenza
Medicina fisica e riabilitazione
Medicina interna
Medicina termale
Medicina aeronautica e spaziale
Medicina dello sport
Nefrologia
Neonatologia
Neurologia
Neuropsichiatria infantile
Oncologia
Pediatria
Psichiatria
Radioterapia
Reumatologia
Cardiochirurgia
Chirurgia generale
Chirurgia maxillo-facciale
Chirurgia pediatrica
Chirurgia plastica e ricostruttiva
Chirurgia toracica
Chirurgia vascolare
Ginecologia e ostetricia
Neurochirurgia
Oftalmologia
Ortopedia e traumatologia
Otorinolaringoiatria
Urologia
Anatomia patologica
Anestesia e rianimazione
Biochimica clinica
Farmacologia e tossicologia clinica
Laboratorio di genetica medica
Medicina trasfusionale
Medicina legale
Medicina nucleare
Microbiologia e virologia
Neurofisiopatologia
Neuroradiologia
Patologia clinica (laboratorio di analisi chimico-cliniche e microbiologia)
Radiodiagnostica
Igiene, epidemiologia e sanità pubblica
Igiene degli alimenti e della nutrizione
Medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti di lavoro
Medicina generale (medici di famiglia)
Continuità assistenziale
Pediatria (pediatri di libera scelta)
Scienza dell'alimentazione e dietetica
Direzione medica di presidio ospedaliero
Organizzazione dei servizi sanitari di base
Audiologia e foniatria
Psicoterapia
Privo di specializzazione *
Cure palliative
Epidemiologia
Medicina di comunità
Medicina subacquea e iperbarica

Leggi tutto
Leggi meno

Descrizione

RAZIONALE SCIENTIFICO

In una popolazione con un costante allungamento della vita media, in un contesto di diminuzione delle risorse disponibili unito alla crescita di una nuova consapevolezza e necessità di autonomo protagonismo dei cittadini, è necessario progettare nuovi modelli assistenziali che valorizzino lacapacità della medicina generale di gestire un approccio orientato alla cura della persona e non alla patologia, anche attraverso la realizzazione dinuove forme aggregative, in grado di creare reti professionali territoriali che rafforzino la presenza nel territorio dei medici di famiglia, costituendo un elemento di stabilizzazione ed equilibrio anche economico del sistema sanitario, attraverso il passaggio da una pratica professionale improntata a modelli “tradizionali” di attesa ad una più pro- attiva, orientata a forme di iniziativa di gestione della salute. Questo comporta la urgente esigenze di riqualificare e trasformare la modalità di lavoro dei medici e delle loro strutture professionali, dei modelli formativi e di accesso alla professione. A questo si aggiunga lo scarso numero di specialisti in formazione che si ripercuoterà anche sul numero di pneumologi attivi e che richiede quindi che loro gestiscano le attività più complesse e più peculiari delegando alla MG quanto delegabile.  La BPCO e più in generale le malattie respiratorie sono tra le prime cause di morte, invalidità e spesa sanitaria. La sua prevalenza è stimata attorno al 4,5% sulla popolazione generale, (8% nei maschi e il 4% nella femmine oltre i 65 anni). L’ Incidenza è in continuo aumento (fino al 20% nell’anziano). La Spesa complessiva annua si aggira attorno ai 1.8-2.2 mld di €. Le principali cause principali sono annoverate tra l’inquinamento ambientale, fumo, scarsa aderenza alle terapie, ritardo nelle diagnosi. La BPCO assorbe circa il 6% della spesa sanitaria nazionale, con un costo medio di circa 2.800 euro/anno, di cui circa 85% sono rappresentati da costi diretti del SSN (ospedalieri, giornate di degenza, accessi PS, ossigenoterapia, ecc.)  Circa il 30% dei soggetti sottoposti a terapia non seguono con scrupolo una costante assunzione delle prescrizioni mediche per cui appropriatezza e aderenza comporterebbero una netta ottimizzazione delle risorse utilizzate: una riduzione di circa il 25% del costo medio/paziente per anno e unariduzione di circa il 50 % delle ospedalizzazioni con un miglioramento complessivo della qualità della vita delle persone affette. La disponibilità di accurate LL.GG. e specifici accordi, anche professionali, che definiscano ruoli, funzioni e percorsi gestionali dell’assistenza alla persona con BPCO possonofavorire la gestione condivisa di queste patologie e consentire un monitoraggio dell‘ empowerment professionale attraverso uno specifico percorso formativo.

Da queste considerazioni e nell’ottica di trovare un percorso virtuoso nell’interesse del paziente, si pone il nostro progetto formativo di sperimentazione di gestione integrata di BPCO che ha come obiettivo quello di fornire tutti gli strumenti al MMG per la gestione dei pazienti con BPCO. Il progetto formativo, frutto della collaborazione tra la Scuola Piemontese di Medicina Generale “Massimo Ferrua” e l’Università del Piemonte Orientale ha inteso costruire e sperimentare un modello di interazione tra Medicina Generale e Specialistica che ottimizzi le risorse e migliori la presa in carico e l’assistenza dei malati di BPCO.   Per tale obiettivo abbiamo formato un certo numero di Medici di Medicina Generale all’esecuzione e all’interpretazione dell’esame spirometrico. Sono nati pertanto due percorsi paralleli: il primo che riguarda la vera e propria gestione della BPCO, il secondo ha consentito di formare i Medici di Medicina Generale alla corretta effettuazione e valutazione delle spirometrie fornendo l’accesso alle spirometrie ai colleghi che effettueranno la Gestione Integrata della BPCO. Inoltre, alla luce dei recenti aggiornamenti delle Linee Guida Global initiative for the diagnosis, management and prevention of Chronic Obstructive Lung Disease (GOLD) per la gestione ed il trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), ci sembra opportuno fornire unchiarimento sui cambiamenti più rilevanti quali:

- Nuova definizione di BPCO

- Pazienti a rischio di BPCO (Pre-COPD e PRISm) ma che non rispondono ai criteri spirometrici diagnostici di BPCO

- Nuova stadiazione iniziale di gravità della BPCO (ABE)

- Nuove indicazioni terapeutiche sia nei pazienti di nuova diagnosi che nel follow-up

- Nuova definizione di riacutizzazione e gestione delle riacutizzazioni

Su queste basi si è deciso di organizzare una Tavola Rotonda volta ad identificare in maniera pragmatica, sfruttando l’esperienza del progetto formativo, percorsi virtuosi e sinergici finalizzati per lo sviluppo di un sistema sanitario sostenibile a partire dalla Medicina Generale.

Questo evento consentirà un confronto e una messa in comune delle esperienze, delle difficoltà e delle acquisizioni maturate in questo cammino

Scheda del corso

Sabato 30 Settembre 2023 dalle ore 09:30 alle ore 15:30

NOVOTEL – Sala Congressi  C.so Giulio Cesare, 338/34 - Torino

Scheda Faculty

Mario MALERBA

Direttore della Struttura Complessa di Pneumologia presso l’ Ospedale S. Andrea di Vercelli – ASL VC

Andrea PIZZINI

Medico Di Medicina Generale

Segretario Scuola Piemontese MG – Torino

Marzio UBERTI

Medico Di Medicina Generale

Federico STROPPIANA

Medico Di Medicina Generale

Vittorio PICOTTINO

Medico Di Medicina Generale

Giuseppe MISIANO

Medico Di Medicina Generale

Maria Grazia OLIVERI

Medico Di Medicina Generale

Roberto MARASSO

Medico Di Medicina Generale

Daniele ANGIONI

Medico Di Medicina Generale

Programma scientifico